Diagnostica

Delta View nasce dall’idea di offrire al paziente oculistico un percorso integrato, dalla diagnosi alla terapia, allo stesso tempo semplice e di altissimo livello con tempi di attesa assenti o molto ridotti. La struttura operativa essenziale, le procedure snelle e il controllo diretto dei costi ci consentono di fornire prestazioni di eccellenza a fronte di un tariffario adeguato sia alla massima qualità di apparecchiature e materiali che all’esperienza e competenza degli operatori.

Visita oculistica di base

Comprende gli esami fondamentali per determinare la salute dell’occhio, prescrivere una correzione ottica (occhiale o lente a contatto), indicare eventuali approfondimenti diagnostici e/o terapeutici per garantire un’adeguata prevenzione di tutte le malattie oculari.

Visita oculistica pediatrica

In assenza di anomalie evidenti riscontrate dai genitori o dal pediatra, nei bambini è consigliabile una visita preventiva prescolare a partire dai 3 anni, età in cui è possibile una buona collaborazione che consente un’adeguata valutazione. E’ anche consigliabile associare una visita ortottica per diagnosticare eventuali strabismi (spesso latenti): questo passo è basilare nella prevenzione e cura dell’ambliopia (occhio pigro) che altrimenti può compromettere un normale sviluppo visivo.

Visita per intervento di cataratta

Oltre alla visita di base prevede un pacchetto di esami che servono a determinare i parametri chirurgici, i possibili rischi, il risultato atteso e l’indicazione per tecniche particolari e impianti “Premium”.
Sono: la topografia corneale, l’ecobiometria e lo studio dell’endotelio corneale. In presenza di anomalia o vere e proprie malattie oculari associate alla cataratta può essere necessario eseguire esami specifici per ogni patologia (ad esempio: campo visivo oppure OCT) creando pacchetti personalizzati con un tariffario agevolato.

Visita di prevenzione e diagnosi di glaucoma

Prevede un pacchetto comprendente: curva tonometrica (misura della pressione oculare ore 9,14,17.30), campo visivo computerizzato, pachimetria e OCT del nervo ottico. In alcuni casi è necessario integrare questi esami con ecobiometria, gonioscopia e OCT del segmento anteriore per la diagnosi differenziale tra glaucoma ad angolo aperto e ad angolo stretto.

Visita per la correzione dei difetti visivi (chiururgia refrattiva con laser o impianto di lenti intraoculari)

Integra la visita oculistica di base con una serie di esami che servono a stabilire se il paziente è un buon candidato per la correzione del suo difetto di vista e se sì quale intervento è il più adatto nel suo caso specifico.
In genere si tratta di un pacchetto che richiede topografia corneale, pachimetria, pupillometria, esame della refrazione in cicloplegia e test lacrimali.
Se si prevede un intervento di impianto intraoculare ai precedenti è necessario aggiungere: lo studio dell’endotelio corneale, l’ecobiometria e l’OCT del segmento anteriore.
Anche in questo caso sono previsti pacchetti personalizzati per ogni esigenza del paziente.
In caso di forte differenza del difetto tra i due occhi può essere richiesto un esame ortottico con l’eventuale ricorso ad una lente a contatto di prova. Nei casi più complessi il nostro ottico di fiducia può fornire la lente a contatto ad un costo contenuto